Peeling
Peeling

L’acido glicolico, presente nella canna da zucchero, è un alfa-idrossiacido il cui uso come peeling in campo dermatologico e medico-estetico ha lo scopo di favorire una lieve esfoliazione degli strati superficiali della pelle. Questo determina un progressivo miglioramento della luminosità cutanea, un riduzione delle rughe superficiali, un aumento della levigatezza della cute.

Per un soddisfacente esito del trattamento, è necessario che il medico venga informato su alcuni dati anamnestici. Questi sono: frequenti episodi di herpes symplex facciale, uso di Isotretionina (Roaccutan) per la cura dell’acne nei 6 mesi precedenti, recente operazione con cicatrici in rimarginazione, precedenti peeling o dermoabrasioni, brutte scottature da sole, crioterapia/criochirurgia nel mese precedente.

Una settimana prima del peeling si dovranno evitare: elettrolisi, cerette, depilatori, maschere, colorazioni, permanenti, spugne esfolianti. L’isotretinoina (Roaccutan) dovrà essere sospesa 6 mesi prima del trattamento. Il giorno del trattamento il viso dovrà essere totalmente pulito evitando make-up, profumo, rasatura e dopobarba. Il trattamento con acido glicolico avviene in 3 tempi:

  • due o tre settimane prima del trattamento, è necessario utilizzare a domicilio una crema a base di acido glicolico al 10-15%
  • peeling a base di acido glicolico
  • post-peeling domiciliare con crema idratante e restitutiva e protezione solare totale fino al successivo trattamento.

 

E’ assolutamente vietata l’esposizione al sole o a lampade abbronzanti per tutto il periodo del trattamento. Il rispetto delle procedure di cui al punto 1 e 3 è essenziale per la buona riuscita del peeling.

Possibili inconvenienti e complicanze

Temporanea comparsa di brufoli, uno sfogo di acne, herpes simplex (in pazienti che hanno sofferto di infezioni da herpes in passato e che non hanno fatto una cura preventiva come consigliato). Oppure vi può essere una infiammazione transitoria (rossore e gonfiore ) della cute. Questi lievi disagi si risolvono in genere da soli con l’uso di appropriate creme. A volte si può manifestare un’iper-ipopigmentazione della pelle (macchie scure o chiare della pelle) e la comparsa di croste. Solo un uso non corretto dell’acido glicolico può in rarissimi casi determinare intenso rossore, epidermolisi, eccessiva sensibilità della pelle, rischio di infezioni e cicatrici.

Acido salicilico

L’acido salicilico è un derivato dell’acido acetilsalicilico. Si utilizzano concentrazioni del 20-30% e la sua azione è quella di esfoliare le cellule dello strato corneo (lo strato più superficiale) della pelle senza oltrepassare l’epidermide e senza quindi raggiungere il derma.

E’ indicato nei casi di fotoinvecchiamento della pelle, nelle iperpigmentazioni melaniche (macchie scure della pelle), nell’acne nelle sue varie fasi e nella pelle seborroica con azione seboregolatrice.
Sei mesi prima del trattamento si dovrà sospendere l’eventuale uso della isotretinoina (Roaccutan).

Una settimana prima del peeling si dovranno evitare: epilazioni con diatermocoagulatore o luce pulsata, cerette, depilatori, maschere esfolianti, scrub.

 

E’ necessario informare il medico se in passato si è sofferto di herpes labiale recidivante. Il giorno del trattamento il viso dovrà essere totalmente pulito evitando make-up, profumo, rasatura e dopobarba.

Il trattamento con acido salicilico avviene in 3 tempi:

  • due-tre settimane prima del trattamento, è necessario utilizzare a domicilio una crema a base di acido salicilico + un depigmentante prescritti dal medico
  • trattamento ambulatoriale di peeling a base di acido salicilico
  • post-peeling domiciliare con crema idratante lenitiva, depigmentante e protezione solare totale fino al successivo trattamento.

Peeling Dott. Notarrigo Medicina Estetica San Lazzaro Bologna

 

E’ assolutamente vietata l’esposizione al sole o a lampade abbronzanti per tutto il periodo del trattamento.
La pelle assumerà una colorazione bruna e gradualmente subirà un ricambio. E’ assolutamente necessario non spellarsi con le mani per evitare infezioni o macchie scure. Il rispetto di tali procedure è essenziale per una buona riuscita del peeling.

Possibili inconvenienti e complicanze

Se non si sono seguite le istruzioni del pre-post-peeling, è possibile la comparsa di iperpigmentazioni< (macchie scure della pelle), di infezioni della cute, di cicatrici. Controindicazione assoluta: allergia all’acido acetilsalicilico (Aspirina).

 

Scarica il pdf allegato.

Per informazioni e per prenotare un appuntamento clicca qui!

http://medicina-estetica-bologna.it/wp-content/uploads/2014/10/sliderhome_01.jpg

Peeling

 

L’acido glicolico, presente nella canna da zucchero, è un alfa-idrossiacido il cui uso come peeling in campo dermatologico e medico-estetico ha lo scopo di favorire una lieve esfoliazione degli strati superficiali della pelle. Questo determina un progressivo miglioramento della luminosità cutanea, un riduzione delle rughe superficiali, un aumento della levigatezza della cute.

Per un soddisfacente esito del trattamento, è necessario che il medico venga informato su alcuni dati anamnestici. Questi sono: frequenti episodi di herpes symplex facciale, uso di Isotretionina (Roaccutan) per la cura dell’acne nei 6 mesi precedenti, recente operazione con cicatrici in rimarginazione, precedenti peeling o dermoabrasioni, brutte scottature da sole, crioterapia/criochirurgia nel mese precedente.

Una settimana prima del peeling si dovranno evitare: elettrolisi, cerette, depilatori, maschere, colorazioni, permanenti, spugne esfolianti. L’isotretinoina (Roaccutan) dovrà essere sospesa 6 mesi prima del trattamento. Il giorno del trattamento il viso dovrà essere totalmente pulito evitando make-up, profumo, rasatura e dopobarba. Il trattamento con acido glicolico avviene in 3 tempi:

  • due o tre settimane prima del trattamento, è necessario utilizzare a domicilio una crema a base di acido glicolico al 10-15%
  • peeling a base di acido glicolico
  • post-peeling domiciliare con crema idratante e restitutiva e protezione solare totale fino al successivo trattamento.

E’ assolutamente vietata l’esposizione al sole o a lampade abbronzanti per tutto il periodo del trattamento. Il rispetto delle procedure di cui al punto 1 e 3 è essenziale per la buona riuscita del peeling.

Possibili inconvenienti e complicanze

Temporanea comparsa di brufoli, uno sfogo di acne, herpes simplex (in pazienti che hanno sofferto di infezioni da herpes in passato e che non hanno fatto una cura preventiva come consigliato). Oppure vi può essere una infiammazione transitoria (rossore e gonfiore ) della cute. Questi lievi disagi si risolvono in genere da soli con l’uso di appropriate creme. A volte si può manifestare un’iper-ipopigmentazione della pelle (macchie scure o chiare della pelle) e la comparsa di croste. Solo un uso non corretto dell’acido glicolico può in rarissimi casi determinare intenso rossore, epidermolisi, eccessiva sensibilità della pelle, rischio di infezioni e cicatrici.

Acido salicilico

L’acido salicilico è un derivato dell’acido acetilsalicilico. Si utilizzano concentrazioni del 20-30% e la sua azione è quella di esfoliare le cellule dello strato corneo (lo strato più superficiale) della pelle senza oltrepassare l’epidermide e senza quindi raggiungere il derma.

E’ indicato nei casi di fotoinvecchiamento della pelle, nelle iperpigmentazioni melaniche (macchie scure della pelle), nell’acne nelle sue varie fasi e nella pelle seborroica con azione seboregolatrice.
Sei mesi prima del trattamento si dovrà sospendere l’eventuale uso della isotretinoina (Roaccutan).

Una settimana prima del peeling si dovranno evitare: epilazioni con diatermocoagulatore o luce pulsata, cerette, depilatori, maschere esfolianti, scrub.

 

E’ necessario informare il medico se in passato si è sofferto di herpes labiale recidivante. Il giorno del trattamento il viso dovrà essere totalmente pulito evitando make-up, profumo, rasatura e dopobarba.

Il trattamento con acido salicilico avviene in 3 tempi:

  • due-tre settimane prima del trattamento, è necessario utilizzare a domicilio una crema a base di acido salicilico + un depigmentante prescritti dal medico
  • trattamento ambulatoriale di peeling a base di acido salicilico
  • post-peeling domiciliare con crema idratante lenitiva, depigmentante e protezione solare totale fino al successivo trattamento.

Peeling Dott. Notarrigo Medicina Estetica San Lazzaro Bologna

E’ assolutamente vietata l’esposizione al sole o a lampade abbronzanti per tutto il periodo del trattamento.
La pelle assumerà una colorazione bruna e gradualmente subirà un ricambio. E’ assolutamente necessario non spellarsi con le mani per evitare infezioni o macchie scure. Il rispetto di tali procedure è essenziale per una buona riuscita del peeling.

Possibili inconvenienti e complicanze

Se non si sono seguite le istruzioni del pre-post-peeling, è possibile la comparsa di iperpigmentazioni< (macchie scure della pelle), di infezioni della cute, di cicatrici. Controindicazione assoluta: allergia all’acido acetilsalicilico (Aspirina).

Scarica il pdf allegato.

Per informazioni e per prenotare un appuntamento clicca qui!