VITAMINA D E DEPRESSIONE

1 aprile 2015

Secondo una recente ricerca effettuata presso l’Università dell’Oregon e pubblicata sulla Rivista Psychiatry Research, si è osservato che dei bassi livelli nel sangue di vitamina D sono associati a sintomi di depressione in soggetti sani. I ricercatori hanno svolto una serie di valutazioni su donne sane durante un periodo di 1 mese e hanno trovato che più di un terzo dei partecipanti ha avuto sintomi depressivi e che quasi nella metà si è riscontrata una carenza di vitamina D.

I fattori presi in considerazione per lo studio sono stati la stagione (Sappiamo l’azione positiva del sole sull’umore e sulla sintesi della vitamina D) , l’indice di massa corporea ( B.M.I.) , la razza, la dieta, l’esercizio fisico ed il tempo trascorso all’aperto.

Per avere la certezza di un rapporto diretto tra carenza di vitamina D e depressione, sarebbe necessario dimostrare che un’integrazione di vitamina D ad un soggetto depresso possa avere un utile effetto terapeutico . I risultati dello studio non hanno dato indicazioni univoche  su questo importante quesito però si può senz’altro affermare che in un soggetto depresso può risultare untile valutare i valori della Vit. D nel sangue e se inferiori alla norma, si potrà procedere ad una opportuna integrazione.