Cellulite – Adiposità Localizzata
Cellulite – Adiposità Localizzata

L’adiposità localizzata consiste nella presenza di tessuto adiposo sano in eccesso a livello di alcuni distretti del corpo come l’addome, la regione trocanterica (anca), i fianchi e l’interno delle ginocchia. L’adiposità localizzata si differenzia dalla cellulite che invece è caratterizzata da una degenerazione del tessuto adiposo sottocutaneo. Questo avviene in seguito ad un rallentamento del microcircolo con conseguente edema, fibrosi e caratteristico aspetto a “buccia d’arancia”.

Cellulite Dott. Notarrigo Medicina Estetica San Lazzaro Bologna

Il problema dell’adiposità localizzata è dovuto quindi ad un accumulo di tessuto adiposo sano. Il trattamento elettivo è rappresentato dalla liposuzione chirurgica. In alternativa, e nei casi in cui la paziente rifiuta questo trattamento, si potrà ricorrere alla medicina estetica . Si valuteranno delle alternative come le iniezioni di fosfatidilcolina e acido desossicolico. Tale trattamento potrà affiancarsi a sedute di Icoone. In alternativa si potrà optare per la mesoterapia con sostanze ad azione lipolitica come l’aminofillina, 

Il problema della cellulite, invece, è principalmente circolatorio. E’ secondario ad un’insufficienza venosa degli arti inferiori ed un rallentamento del passaggio del sangue dai capillari arteriosi a quelli venosi.

Questo comporta un trasudato di liquido (edema) nei tessuti circostanti tanto da far proliferare fibre elastiche e collagene. Queste circondano alcuni gruppi di cellule adipose formando i caratteristici noduli che alla palpazione vengono avvertiti come “pallini da caccia”. Inoltre alla pressione determinano un dolore puntorio.

I trattamenti di medicina estetica per la cellulite saranno quindi mirati a risolvere i due principali problemi rappresentati dal rallentamento del microcircolo e dalla presenza di liquido nei tessuti. 

Sarà quindi utile effettuare sedute di mesoterapia con farmaci vasoattivi come la sulodexide. Servono anche sedute di Icoone, utile sia per un linfodrenaggio meccanico e sia per rimuovere i tralci fibrosi responsabili dell’aspetto a buccia d’arancia.

Questi due inestetismi quindi spesso coesistono per cui saranno necessari trattamenti integrati come ad es. ICOONE, Linfodrenaggio manuale secondo Vodder, Mesoterapia , iniezioni di Fosfatidilcolina.

Per informazioni e per prenotare un appuntamento clicca qui!

http://medicina-estetica-bologna.it/wp-content/uploads/2014/12/17.jpg

Cellulite – Adiposità Localizzata

L’adiposità localizzata consiste nella presenza di tessuto adiposo sano in eccesso a livello di alcuni distretti del corpo come l’addome, la regione trocanterica (anca), i fianchi e l’interno delle ginocchia. L’adiposità localizzata si differenzia dalla cellulite che invece è caratterizzata da una degenerazione del tessuto adiposo sottocutaneo. Questo avviene in seguito ad un rallentamento del microcircolo con conseguente edema, fibrosi e caratteristico aspetto a “buccia d’arancia”.

Cellulite Dott. Notarrigo Medicina Estetica San Lazzaro Bologna

Il problema dell’adiposità localizzata è dovuto quindi ad un accumulo di tessuto adiposo sano. Il trattamento elettivo è rappresentato dalla liposuzione chirurgica. In alternativa, e nei casi in cui la paziente rifiuta questo trattamento, si potrà ricorrere alla medicina estetica . Si valuteranno delle alternative come le iniezioni di fosfatidilcolina e acido desossicolico. Tale trattamento potrà affiancarsi a sedute di Icoone. In alternativa si potrà optare per la mesoterapia con sostanze ad azione lipolitica come l'aminofillina, 

Il problema della cellulite, invece, è principalmente circolatorio. E' secondario ad un’insufficienza venosa degli arti inferiori ed un rallentamento del passaggio del sangue dai capillari arteriosi a quelli venosi.

Questo comporta un trasudato di liquido (edema) nei tessuti circostanti tanto da far proliferare fibre elastiche e collagene. Queste circondano alcuni gruppi di cellule adipose formando i caratteristici noduli che alla palpazione vengono avvertiti come “pallini da caccia”. Inoltre alla pressione determinano un dolore puntorio.

I trattamenti di medicina estetica per la cellulite saranno quindi mirati a risolvere i due principali problemi rappresentati dal rallentamento del microcircolo e dalla presenza di liquido nei tessuti. 

Sarà quindi utile effettuare sedute di mesoterapia con farmaci vasoattivi come la sulodexide. Servono anche sedute di Icoone, utile sia per un linfodrenaggio meccanico e sia per rimuovere i tralci fibrosi responsabili dell'aspetto a buccia d'arancia.

Questi due inestetismi quindi spesso coesistono per cui saranno necessari trattamenti integrati come ad es. ICOONE, Linfodrenaggio manuale secondo Vodder, Mesoterapia , iniezioni di Fosfatidilcolina.

Per informazioni e per prenotare un appuntamento clicca qui!