AUMENTO DEL TONO E DEL TURGORE DELLE LABBRA

30 ottobre 2015

I canoni della bellezza nel tempo cambiano ed in particolare per quello che riguarda le labbra, una parte importante del viso con valenze psicologiche, sessuali e del linguaggio del corpo di grande rilievo.

Negli ultimi anni le pazienti richiedono interventi sempre meno invasivi e che non alterino in modo sostanziale la propria fisionomia. E’ quasi una litania quotidiana: “ Mi raccomando, non mi faccia le labbra a canotto come….” oppure “ non mi faccia diventare la faccia come un pallone, non voglio che le mie amiche se ne accorgano, desidero solo un aspetto più fresco”

Ecco che per trovare la giusta risposta a questi desideri delle pazienti non più giovanissime, diciamo dai quaranta in su, da tempo utilizzo con soddisfazione gli skinboosters per dare un incremento del tono e del turgore delle labbra. Il prodotto è un acido ialuronico trattato come i filler , quindi come i riempitivi e di conseguenza resiste a lungo nelle zone iniettate. In tal caso sfruttiamo non le proprietà volumizzanti ma le caratteristiche chimico-fisiche del prodotto che consistono nella capacità di un grande richiamo di acqua, di stimolare la pelle a produrre più collagene ed acido ialuronico e nell’elevato potere antiossidante. In tal modo riesco a incrementare il turgore delle labbra rappresentato dallo stiramento delle fini rughe verticali presenti nel vermiglio dando nel contempo anche una maggior definizione del bordo del vermiglio stesso eliminando la presenza di eventuali fini rughe tipo “ a colpo d’unghia” che le pazienti lamentano come responsabili del “ rossetto che sbava” L’incremento del tono e del turgore comporta solo un minimo aumento del volume che comunque sarà transitorio e dovuto principalmente al trauma dell’ago ed all’elevato potere assorbente dell’acido ialuronico che però dopo 2-3 giorni viene meno così da lasciare solamente un modestissimo incremento del volume a fronte di labbra ben distese, toniche e ben definite. La frequenza del trattamento è di 2-3 volte all’anno nei primi tempi per poi ridursi a 1-2 volte dato che, come si è detto, l’acido ialuronico iniettato “lavora” stimolando la pelle a produrne dell’altro.

Un’ultima osservazione: a volte utilizzo questo tipo di acido ialuronico anche per trattare le labbra di ragazze giovani che però non hanno le idee ben chiare sul volume delle labbra che vorrebbero ottenere. In tal caso preferisco trattarle con gli skinboosters  per mostrare loro il risultato del riempimento per un paio di giorni in modo che possano  ponderare bene se possono essere soddisfatte o meno del  volume raggiunto procedendo successivamente con il filler volumizzante . Se al contrario troveranno eccessivo il riempimento dovranno solo attendere pochi giorni per avere le labbra notevolmente ridimensionate nel volume.

Di seguito alcune foto “ prima e dopo” dell’incremento del tono/turgore delle labbra tenendo presente che la foto del “dopo” si riferisce al trattamento appena eseguito e quindi il volume delle labbra sarà leggermente superiore a quello definitivo di alcuni giorni dopo.

 

 

20121120114221-94

 

Esempio di utilizzo di skinboosters in una ragazza ventenne con un effetto filler transitorio. Abbiamo già programmato prossimamente un trattamento con un filler volumizzante e morbido specifico per le labbra .